Chi siamo

TVM è un’emittente televisiva locale siciliana che trasmette dal 1987, continuando l’attività dell’emittente ITC di Giuseppe Manzo, padre della titolare.

A partire dal 1989, TVM ha inserito nella propria programmazione la trasmissione “Interno Notte” di Umberto Cantone, Daniele Ciprì e Franco Maresco, grazie alla quale ha incontrato Ciprì e Maresco.

Dall’incontro con la coppia, nel 1990, è nato “Cinico TV”, una sperimentazione televisiva che ha permesso di sviluppare un nuovo modo di vedere la televisione. Cinico Tv, ha cambiato il linguaggio televisivo e il modo di porgersi allo spettatore, esasperando quell’approccio giornalistico che si era sviluppato nelle redazioni della Rai. Una forma d’arte questa, appunto “cinica”, che ha avuto la possibilità di crescere grazie alla sensibilità della titolare di TVM. Nasceva così una nuova sperimentazione che, di lì a qualche anno, avrebbe dato i suoi frutti.

Nell’aprile del 1990, TVM viene invitata a partecipare a Videomachia, una rassegna di programmi televisivi dedicata alle emittenti radiotelevisive locali. Ciprì e Maresco partecipano alla rassegna per rappresentare TVM. Si può dire che questo sia stato per loro un trampolino di lancio e per TVM un importante momento di confronto.

Le prime produzioni degli sketch di Ciprì e Maresco sono andate in onda su Italia 1 nel programma Isole comprese.

Gli innumerevoli sketch, intervalli, cortometraggi e trasmissioni televisive prodotti da TVM hanno fatto conoscere in Italia e nel mondo i registi palermitani Ciprì e Maresco, che si sono avvalsi sempre della sua struttura per le realizzazioni dei loro video.

Nel giugno del 1990 i due registi iniziavano la loro collaborazione con Rai Tre: ogni giorno le schegge di Cinico Tv passavano su Blob e Fuori Orario.

Enzo domani a Palermo, Grazie Lia, sono soltanto alcuni titoli della vasta produzione video di Ciprì e Maresco realizzati sempre grazie alle strutture di TVM.

Le dirette televisive su TVM hanno reso famosi i personaggi di Cinico Tv: Tirone, Paviglianiti, Marcello Miranda e gli altri che per ore rimanevano inchiodati sugli schermi di TVM.

suoi documentari.

Innumerevoli anche i concerti di musica jazz del Brass Group che sono stati girati e montati da TVM. Steve plays Duke e altri documentari, come quello su Clark Terry, della coppia di registi palermitani hanno arricchito le esperienze che TVM ha messo a frutto negli anni.

È del 1992, l’incontro con la regista Roberta Torre con la quale, da allora, è iniziata una lunga collaborazione.

Le produzioni sperimentali, quindi, sono continuate dando vita al settimanale “Papaveri e papere” della regista, sempre a caccia di novità.

Nel 1994, TVM produce Sotto Torchio una rubrica di cultura condotta da Umberto Cantone, attore e regista teatrale.

Nel 1996, tra Palermo e Napoli, TVM realizza La vita a volo d’Angelo, un documentario di Roberta Torre, che rilancia la figura del cantante napoletano Nino D’Angelo.

I back stage dei film che la Torre ha girato in Sicilia, Tano da morire e Sud side stori, sono stati realizzati da TVM.

Nel 1994 un’altra importante sperimentazione televisiva, sviluppata grazie alla collaborazione con l’Associazione di Musica antica Antonio Il Verso, porterà alla produzione di video realizzati attraverso registrazioni di concerti dal vivo: tra i più importanti sono da ricordare La Dafne e Lo Stellario dell’Ente teatro Massimo di Palermo.

Tra i tanti video di concerti prodotti da TVM è da ricordare, oltre quelli già citati, anche il concerto che Susan Vega tenne al Teatro Massimo di Palermo nel 2001.

Dal 1993 TVM produce un telegiornale la cui testata, dal 1998, realizza A scuola di Pace, in collaborazione con l’UNICEF, un approfondimento settimanale dedicato ai diritti dell’infanzia.

Sono della giornalista Anna Manzo l’ideazione, la regia e i testi del programma.

Attualmente TVM collabora con il regista Franco Maresco per la realizzazione di alcuni suoi documentari.

Testimonianze della storia ITC e degli esordi delle tv private palermitane sono contenute nel documentario “I Televisionari” di Barbara Iacampo e Lorenzo Pezzano, che racconta la tv privata italiana prima dell’avvento di Berlusconi. Il documentario, prodotto da Zeta Group per Fox Channels Italy, è andato in onda su History Channel lo scorso novembre 2010.